Post

Tra Maui e Coco, ovvero di come Disney stia puntando (e forte) sulle tradizioni

 Introduzione
In questi giorni al cinema è in programmazione il film della Disney Pixart “Coco”. Un film preceduto da un cortometraggio - che sfrutta in maniera impressionante e persino pedante il franchising Frozen - che punta tutto sulla tradizione, dal titolo “Frozen - Le avventure di Olaf”. Nel film, Olaf, il pupazzo di neve che ha preso vita grazie ad Elsa, aiuta la nuova regina di Arendelle e la sorella Anna ad andare alla ricerca delle tradizioni di Natale. Tra gag ed alcuni interessanti aspetti realmente folkloristici (come la tradizione di preparare i dolci natalizi casalinghi, anche se non a forma di Norvegia), il pupazzo di neve si trova immerso in centinaia di tradizioni varie di matrice familiare: ogni famiglia del villaggio norvegese, infatti, ha una sua propria usanza natalizia che ripropone annualmente, nel ristretto ambito familiare. La stessa cosa che, ogni anno, si fa nelle case: io, ad esempio, festeggio il Natale preparando un “meeting pot” multiculturale, tra agn…

Il Papa bambino e la bestia del sesso

Il Cavallo Bianco della collina di Uffington

Yosemite National Park. Un omaggio ad Ansel Adams

L'ultima cena di un pennello eretico

Sun Tzu, l'Arte della guerra e quelle donne decapitate